A Cuba prolifera l’uso dei droni nell’economia

A Cuba prolifera l’uso dei droni nell’economia
A Cuba prolifera l’uso dei droni nell’economia

A questo proposito, il quotidiano Granma sottolinea questo mercoledì che questi dispositivi aiutano a spegnere gli incendi, a valutare i sistemi di irrigazione e ad altri settori rilevanti della nazione.

Alcuni messaggi a questo proposito, provenienti dalla provincia orientale di Holguín, fanno riferimento ad aneddoti e commenti sui droni.

Il pilota di droni Rolando Suárez, ad esempio, ricorda che quando il suo dispositivo volò sopra le fiamme di Mina Martí, un luogo selvaggio dell’Altopiano di Mayarí, provò soddisfazione nel raggiungere un luogo così remoto a bordo della jeep che risaliva il sentiero aperto dal bulldozer che lo ha preceduto, per iniziare il suo lavoro per contribuire a spegnere un incendio boschivo.

Ha detto che grazie al drone e alla telecamera di cui è dotato, è stato possibile trasmettere ai vigili del fuoco e alle guardie forestali la direzione in cui avanzava l’incendio e i luoghi in cui potevano entrare per combatterlo.

Lui ha ricordato che, secondo i servizi appaltati, si sta lavorando al calcolo del volume delle miniere della Ernesto Che Guevara Nickel Company.

Sottolinea che oggi una persona con un drone può effettuare un rilievo in un giorno, quando i dati ottenuti vengono inseriti nei computer ed eseguono i calcoli in modo rapido e con assoluta affidabilità.

Geocuba Oriente Norte ha iniziato ad utilizzare veicoli aerei senza equipaggio a partire dal 2016. È stato il risultato di un trasferimento tecnologico effettuato da un’entità scientifica del Gruppo Geocuba Business, che dispone di un sistema scientifico e di innovazione ben organizzato.

Il primo progetto nazionale, realizzato con altre società del Gruppo, ha portato alla creazione della cartografia del Catasto Urbano, a cui è seguito il suo aggiornamento sistematico nelle province di Las Tunas e Holguín.

Lo afferma il maestro in Geomatica, l’astronomo-ingegnere geodetico Enrique Pedro Villafruela Rodríguez, direttore dell’Ingegneria e delle Comunicazioni della Società, insiste la pubblicazione.

Cominciarono, ricorda, a utilizzare i droni per valutare con maggiore precisione ed efficienza i sistemi di irrigazione assemblati.

Una volta installate le macchine per l’irrigazione, hanno controllato se le aree coperte erano ben coltivate, tenendo conto della popolazione delle colture. I risultati delle osservazioni hanno costituito la base di rapporti per importanti analisi.

Un altro settore in cui si apprezza l’utilità di questi mezzi e la preparazione degli operatori è quello del nichel. Hanno iniziato con una mappatura specializzata su una scala di 1 su 100 e 1 su 500, per l’ubicazione di alcune dighe di coda presso la fabbrica Pedro Soto Alba.

I rapporti con il settore turistico sono ampi e spaziano dalla realizzazione di video promozionali ai lavori di rilievo e monitoraggio.

Una a cui partecipano è la strada in costruzione Santa Lucía-Cortadera, che collega i comuni di Rafael Freyre, Banes e Antilla, sempre nella parte orientale dell’isola. Questi sono alcuni esempi menzionati nella pubblicazione che riflettono l’uso delle nuove tecnologie a Cuba per lo sviluppo economico.

mem/rfc

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV ChatGPT: come sfruttare al massimo l’intelligenza artificiale?
NEXT La Rioja ha presentato il suo programma di incentivi turistici per chi visita la provincia – Marcela Fittipaldi Magazine