“Purruco” Antuña in modalità tifoso: “Soffriamo sempre ma ne vale la pena, andiamo passo dopo passo”

“Purruco” Antuña in modalità tifoso: “Soffriamo sempre ma ne vale la pena, andiamo passo dopo passo”
“Purruco” Antuña in modalità tifoso: “Soffriamo sempre ma ne vale la pena, andiamo passo dopo passo”

Già confermato nel suo incarico di direttore tecnico del San Martín nella Prima Nazionale, Raúl Antuña ha analizzato l’enorme vittoria della sua squadra contro Guillermo Brown di Puerto Madryn per il 14° appuntamento della Prima Nazionale. Il “Purruco”, nato e cresciuto nel club di Concepción, lo vive da vicino ma da tifoso.

“Io sono un tifoso, quindi qui soffriamo come tutti gli altri ma dobbiamo stare tranquilli perché la strada è lunga”, ha aperto il discorso Antuña. Con lui alla guida la squadra sta trovando una strada, un’immagine calcistica che si è catturata davanti ai meridionali, soprattutto nel complemento quando Verdinegro ha mostrato la sua versione migliore: “Eravamo tranquilli, non eravamo disperati come nei primi 45 minuti”. , Nel secondo tempo siamo riusciti ad aprire le marcature e poi ci siamo riusciti benissimo, nell’unico pericolo che avevano, Borgogno è stato straordinario”, ha detto l’allenatore elogiando il portiere neroverde che sabato ha disputato un’altra buona prestazione.

Proseguendo nella sua analisi, Antuña ha evidenziato: “Nel primo tempo non abbiamo giocato male ma eravamo accelerati, nella ripresa siamo riusciti a calmarci e a trovare gli spazi. Abbiamo giocato una partita interessante, abbiamo ottenuto 6 punti in casa e questo alimenta la fiducia dei giocatori, non vediamo l’ora di arrivare in classifica ma la strada è ancora lunga”ha affermato il DT.

Antuña ha elogiato ancora una volta la sua squadra: “La prestazione e la voglia di lavorare ci fanno venir voglia di venire tutti i giorni alle 7 del mattino. Si è formato un bel gruppo di persone e forse adesso lo diciamo perché vinciamo, ma è così È bello che tu sappia che è un piacere far parte di un gruppo come questo. “È una squadra con tanta fame, con tanta voglia”, ha espresso. Purruco, come si è sempre identificato, ha dato campo ai ragazzi del club come Santiago Barrera che sabato ha giocato la sua seconda partita da titolare e Lucas Acosta, un altro ragazzo delle giovanili che viene dal più giovane al più grande. “Abbiamo una rosa numerosa, vediamo in settimana cosa possono offrirci e chi entra risponde. Stiamo lavorando bene, c’è una buona convivenza e una sana competizione, la gente può divertirsi con i giocatori che danno il 100%”, ha detto il san Juan.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Mohamed Salah ha confermato con quale squadra giocherà la prossima stagione
NEXT Cartellino rosa: la novità normativa che la Conmebol ha previsto per il torneo negli Stati Uniti