Lutto nel motociclismo: è morto Lorenzo Somaschini, il pilota argentino di 9 anni che aveva avuto un incidente in Brasile

Lorenzo Somaschini aveva nove anni

Lui Il motociclismo argentino è in lutto dopo aver confermato il morte di Lorenzo Somaschini, il pilota di 9 anni che era stato ferito in Brasile venerdì scorso mentre partecipava ad una sessione di prove libere in vista della quarta tappa della Honda Junior 160 Cup all’Autodromo di Interlagos nella città di San Pablo.

“SuperBike Brazil comunica, con grande tristezza e dolore, la scomparsa del pilota Lorenzo Somaschini. questo lunedì (17/6), alle 19:43 L’argentino, nato a Rosario, è stato ricoverato all’ospedale Albert Einstein, a San Paolo (SP), in terapia intensiva e, Purtroppo non ha resistito” ha confermato Superbike Brazil attraverso i suoi social network.

L’incidente del pilota di Rosario è avvenuto venerdì, primo giorno di attività per la competizione. Secondo l’organizzazione del concorso, Somaschini è caduto mentre percorreva la curva Pinheirinho della leggendaria rotta di San Paolo e fu subito trasferito all’ospedale locale dove rimase nel reparto di terapia intensiva.

Il comunicato che conferma la morte di Lorenzo Somaschini

Da venerdì l’organizzazione SuperBike Brasile garantisce piena assistenza alla famiglia del pilota (6/14), quando l’argentino è caduto durante le prime prove libere della Jr Cup, valida per la 4a tappa della SuperBikes Brasil, all’Autódromo di Interlagos. Appena caduto all’uscita di Pinheirinho, “Il pilota è stato immediatamente curato sul posto dall’équipe medica a bordo di un’ambulanza di terapia intensiva”, hanno spiegato dalla competizione.

E hanno aggiunto: “Più tardi, lo è stato inviato al pronto soccorso del circuito, dove è stata stabilizzata la sua commissione clinica. Dopo questa procedura, il trasferimento medico è stato effettuato in un’unità di supporto avanzato (unità di terapia intensiva mobile) all’Ospedale Generale di Pedreira, dove è rimasto fino all’alba di sabato (15/6), seguendo tutti i protocolli medici fino al trasferimento all’ospedale Albert Einstein. “

Il post si concludeva con un messaggio di rammarico per i suoi amici e la sua famiglia: “Tutti nel team SuperBike Brazil sono scioccati dall’evento ed esprimono le loro sincere condoglianze a tutta la famiglia e agli amici di Lorenzo.”

Lorenzo Somaschini ha avuto un incidente venerdì scorso a San Paolo, in Brasile

Nato il 17 luglio 2014, Lolo si appassiona al motociclismo. Suo padre gli regalò una mini moto quando aveva 4 anni e lì iniziò a svilupparsi nell’attività. Il suo debutto era avvenuto il 13 aprile nella nazionale SuperBike di Buenos Aires durante il Campionato Argentino di Velocità Motociclistica. Successivamente ha avuto una seconda partecipazione al circuito di San Nicolás, nel formato della divisione Junior Cup. “Il mio sogno è arrivare in MotoGP, essere campione del mondo”, ha spiegato in un’intervista che ha mostrato tutta la sua passione per il mondo delle motociclette.

Sul suo account Instagram, chiamato Lolosomasproil giovane motociclista aveva caricato nelle scorse ore una pubblicazione di alcune immagini del giovane sorridente e il testo: “Sogni realizzati… Primo allenamento a Interlago Brasile in preparazione alla Junior Cup”. IL Coppa Honda Junior È una delle competizioni giovanili più riconosciute del continente che riunisce piloti tra gli 8 e i 16 anni su moto da 160 cc con pedali e manubri adattati alla taglia di ogni giovane.

La pubblicazione sull’account di Lorenzo Somaschini prima dell’incidente

Lolo aveva fatto notizia nel fine settimana del 13 aprile perché aveva debuttato nella Superbike argentina. “Da quando avevo quattro anni. Mio papà andava in moto, quando avevo due anni mi portò al supermercato e cominciò a piacermi. “Il mio sogno è arrivare in MotoGP, diventare campione del mondo” aveva raccontato il ragazzino ai media specializzati. Passeggiata alle noci per allora. A livello nazionale, la Superbike è la categoria più importante del Campionato argentino di velocità motociclistica, cioè la competizione su pista. Ci sono anche le categorie Motocross, Rally Raid, Enduro e Speedway.

Il giornale Rosario La capitale Gli avevo fatto un’intervista prima di quel debutto: “Un giorno mio papà mi portò al supermercato a fare il pieno, non ricordo bene, ma facemmo un giro su una 125cc che era di mio nonno e mi piaceva tantissimo”. Esso. È lì che qualcosa mi ha preso e non so come spiegarlo. Mi è piaciuto molto e bene… ho cominciato ad appassionarmi alle moto ed eccomi qui, pronto per correre”, aveva detto lì l’omino di Rosario.

Somaschini ha debuttato il 14 aprile a Buenos Aires nel Campionato argentino di velocità motociclistica e poi ha avuto una seconda partecipazione all’autodromo di San Nicolás, nel format della divisione Junior Cup. Ora si era recato in Brasile per fare la sua prima esperienza nella all’estero, nel rinomato concorso per giovani.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Van Dijk critica Zwayer e suggerisce l’addio al Liverpool e alla Nazionale
NEXT ‘Kun’ Agüero ha riscaldato la semifinale tra Uruguay e Colombia