Un uomo dell’Ontario condannato per l’omicidio di 3 donne nella contea di Renfrew muore in prigione

Un uomo dell’Ontario condannato per l’omicidio di 3 donne nella contea di Renfrew muore in prigione
Un uomo dell’Ontario condannato per l’omicidio di 3 donne nella contea di Renfrew muore in prigione

OTTAWA – Un uomo dell’Ontario condannato per l’omicidio di tre donne nella contea di Renfrew è morto in prigione per cause naturali, secondo le autorità.

Il Correctional Service Canada afferma che Basil Borutski è morto il 28 marzo presso la Millhaven Institution in Ontario, dove stava scontando una pena di almeno 70 anni per omicidio di primo e secondo grado.

Borutski è stato condannato nel 2017 per omicidio di primo grado per la morte della 36enne Anastasia Kuzyk e della 48enne Nathalie Warmerdam, e di omicidio di secondo grado per la morte di Carol Culleton, 66 anni.

Tutte e tre le donne furono uccise da Borutski in una violenta furia durata ore l’11 settembre 2018. 22, 2015.

Il caso ha dato luogo a un’indagine pubblica per indagare sulla violenza da parte del partner nelle comunità rurali e sulla gestione dei delinquenti ad alto rischio in libertà vigilata.

L’inchiesta ha scoperto che Borutski stava perseguitando Culleton nei mesi precedenti il ​​suo omicidio dopo che lei aveva rifiutato le sue avances e lo aveva supplicato di lasciarla in pace.

Borutski aveva precedenti relazioni con Kuzyk e Warmerdam e aveva trascorso del tempo in prigione per minacce e violenze contro entrambi.

Nella sentenza dell’autunno del 2017, il giudice della Corte superiore dell’Ontario Robert Maranger ha definito Borutski un assassino “feroce e a sangue freddo” i cui crimini sono stati “uno dei giorni più tristi e bui” della storia della regione.

Ha definito Borutski un “violento, vendicativo e calcolatore che abusa delle donne” che “sembra incapace di assumersi la responsabilità dei suoi numerosi torti” e che “ha portato il suo odio al suo apice finale”.

Borutski era in libertà vigilata al momento degli omicidi. Aveva ripetutamente violato i suoi requisiti di libertà vigilata, anche non partecipando a un programma imposto dal tribunale per autori di abusi violenti.

Dall’inchiesta è emerso anche che a Kuzyk e Warmerdam non erano state fornite informazioni sufficienti su dove si trovasse Borutski nei mesi precedenti la loro uccisione.

Il ministro federale della Giustizia Arif Virani ha risposto l’estate scorsa alle 86 raccomandazioni dell’inchiesta, accogliendo in particolare la richiesta di un nuovo reato penale di controllo coercitivo.

Gli esperti affermano che il controllo coercitivo avviene quando un abusatore acquisisce il controllo su una vittima attraverso molteplici comportamenti, tra cui minacce e isolamento.

Virani ha affermato che il governo è disponibile a creare un simile reato e sta anche rivedendo le disposizioni sulle molestie penali per garantire che siano efficaci rispetto alla conoscenza moderna di ciò che comporta tale comportamento.

Questo rapporto della Canadian Press è stato pubblicato per la prima volta il 2 aprile 2024.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Più fondi disponibili per i sopravvissuti alle inondazioni di San Diego per mutui e spese di affitto
NEXT Real Madrid-Barcellona: quando, a che ora e dove guardare la classica spagnola LIVE dal Messico