Spiegazione dell’impressionante finale del capitolo 9 di ‘Shogun’, “Crimson Sky”.

Spiegazione dell’impressionante finale del capitolo 9 di ‘Shogun’, “Crimson Sky”.
Spiegazione dell’impressionante finale del capitolo 9 di ‘Shogun’, “Crimson Sky”.

Sul punto di concludere la sua prima stagione, il dramma epico ci lascia con il suo risultato più scioccante fino ad oggi.

(Spoiler fino al capitolo 1×09 di ‘Shogun’)

È stato uno dei personaggi più importanti della serie, e questo episodio 9 della prima stagione di ‘Shogun’, la penultima, è stato dedicato quasi esclusivamente al personaggio di Signora Marikomaestosamente interpretato da Anna Sawai.

Dopo essere stato sull’orlo della morte in due occasioni durante l’episodio, una delle quali commettendo “seppuku”, alla fine Mariko si sacrifica durante l’attacco shinobi dimostrando ancora una volta la lealtà del personaggio a Toranaga.

La morte inaspettata di Lady Mariko apre la strada all’arrivo di Toranaga a Osaka nell’ultimo episodio, che oltre a conquistare la reggenza, dovrà vendicare le tre morti che hanno influenzato la fine degli ultimi tre episodi: suo figlio Yoshii Nagakado nel settimo, il suo insegnante e braccio destro Toda Hiromatsu nell’ottavo, e ora Lady Mariko nel nono.

La strategia di Mariko in ‘Shogun’

Alla fine dell’ottavo episodio, Toranaga rivela finalmente a Mariko le sue vere intenzioni di conquistare Osaka e di non arrendersi. Gliel’ho chiesto allora accettare la sfidaaffidandogli il viaggio ad Osaka con Yabushige e Blackthorne mentre lui rimaneva imprigionato a Edo a causa della morte di suo figlio.

Quello che all’inizio sembrava un semplice viaggio da traduttore rivela presto le sue intenzioni non appena incontra Ishido a Osaka: Mariko gli chiede di scortare la moglie di Toranaga, Kiri, la sua consorte Shizu e il loro figlio appena nato a Edo. Lo fa con la promessa che tra pochi giorni tutti torneranno a Osaka con Toranaga.

La prima sconfitta di Lady Mariko nel capitolo

La semplice proposta di Mariko lascia Ishido in una situazione complicata: Se permettesse la marcia come richiesto da Mariko, più persone comincerebbero ad unirsi all’interno del castello, mentre se la rifiuta dimostrerebbe che i reggenti e il resto degli ospiti sono rinchiusi nel castello contro la loro volontà.

La mattina successiva, Mariko si prepara a lasciare il castello con Kiri e Shizu, solo per essere trattenuta dagli uomini di Ishida, che le impediscono il passaggio. Dopo una battaglia in cui ha quasi perso la vita, Mariko finisce per arrendersi. Tuttavia, annuncia che commetterà “seppuku” al tramonto per protestare contro l’offesa di non aver saputo mantenere la fedeltà agli ordini di Toranaga.

Il tradimento di Yabushige precipita l’esito

Le apparenti ultime ore di Mariko a Osaka sono piene di tensione su tutti i fronti. Da un lato c’è l’esito della relazione tra Blackthorne e Mariko: l’Anjin insiste affinché lui non si tolga la vita, senza sapere veramente cosa si nasconde dietro la sua decisione. Nonostante tutto, la coppia finisce per sciogliersi in un bacio programmato praticamente dall’inizio della serie.

Al “seppuku” di Mariko Kiri, Shizu e perfino Il figlio di Mariko, Ryuji, che rinnega le azioni di sua madre. Mariko aveva chiesto a Lord Kiyama di essere lui a finirla, poiché agli occhi della Chiesa cattolica il suicidio era un peccato mortale. Infine, Kiyama è uno di quelli non presenti al seppuku, quindi Blackthorne si offre di porre fine alla vita di Mariko.

Lady Mariko, sta per commettere seppuku

Tuttavia, pochi secondi prima della fine, Ishido appare con un permesso per consentire a Mariko e ai suoi compagni di recarsi ad Osaka la mattina successiva. Il piano di Ishido prevedeva sempre di non permettere il suicidio di Mariko, poiché ciò avrebbe provocato la rivolta delle potenti famiglie di Osaka. Ma non dovrebbe nemmeno abbandonare la marcia, cosa che sconvolgerebbe il resto degli ostaggi. Quindi assumi un gruppo di ninja per assassinare Mariko quella stessa notte, chiedendo l’aiuto di Yabushige per aprire loro la porta sul retro del castello. Yabushige accetta, tradendo Toranaga.

Alla fine, gli shinobi entrano nel castello e Mariko, Yabushige e Blackthorne finiscono rinchiusi. Mentre gli shinobi preparano gli esplosivi per far saltare la porta che dà accesso al gruppo, Mariko si sacrifica stando alla porta e proteggendo Blackthorne e gli altri con la sua vita..

Il significato di “Cielo Cremisi”

Il capitolo è intitolato “cielo cremisi” in riferimento al piano che Toranaga nomina sin dal sesto capitolo. Il concetto è questo recuperare Osaka in modo discreto, senza una lotta militare che andrebbe perduta per inferiorità numerica. Il piano era quello di conquistare il castello in modo improvvisato e fugace, insediandosi come reggente e senza dare a nessuno il tempo di reagire.

L’esito di Lady Mariko

È proprio ciò che si cercava in questo episodio. Nelle parole del regista FX Fred Troye, questo episodio non cercava scene d’azione, ma piuttosto faceva tutto “in un modo molto sottile”. “Stavamo cercando un modo per raccontarlo con un po’ di umorismo. Nel mezzo di tutto questo, vedi il personaggio di Yabushige camminare lungo il corridoio comportandosi sorpreso…”

Differenze e somiglianze con il personaggio reale

Sebbene la storia di ‘Shogun’ sia basata su un libro di fantasia, quasi tutti i personaggi sono ispirati ad altri realmente esistiti. Nel caso di Lady Mariko, La sua versione reale era Akechi Tama e, come quello di Mariko, il suo sacrificio fu fondamentale per l’inizio dell’era Edo.

Come nella serie, anche Akechi Tama è sopravvissuta alla punizione del tradimento grazie al matrimonio, sebbene nel suo caso fosse felice. Durante questo periodo anche Tama si convertì al cattolicesimo e, dopo essere stata battezzata, prese il nome di Maria. Come il personaggio della finzione, Akechi Tama parlava portoghese e latino. Tuttavia, Akechi Tama non ha mai incontrato Blackthorne (Will Adams in realtà), né ovviamente gli ha fatto da traduttore.

Ciò che era reale era il suo risultato. Quando Ishida ordina che le famiglie di Osaka vengano prese in ostaggio, Akechi Tama rifiuta di arrendersi o di essere catturato e decide di suicidarsi.. Per evitare di commettere un peccato mortale, ordina ai suoi servi di giustiziarla. La sua morte sgomenta Osaka, ed è vista in prospettiva storica come un pilastro fondamentale all’inizio dell’era Edo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Lali Espósito ha cercato di sedurre un partecipante di Factor X Spain senza sapere che aveva una ragazza