La Cina effettua esercitazioni di guerra vicino a Taiwan come “punizione” per i suoi “atti separatisti”

La Cina effettua esercitazioni di guerra vicino a Taiwan come “punizione” per i suoi “atti separatisti”
La Cina effettua esercitazioni di guerra vicino a Taiwan come “punizione” per i suoi “atti separatisti”

Giovedì la Cina ha iniziato esercitazioni di “punizione” intorno a Taiwan in quella che ha definito una risposta ad “atti separatisti”, inviando aerei da guerra pesantemente armati e simulando attacchi, mentre i media statali hanno denunciato il neo insediato presidente Lai Ching.

Le manovre, nello Stretto di Taiwan e intorno ai gruppi di isole controllate da Taiwan che si trovano al largo della costa cinese, hanno luogo appena tre giorni dopo l’insediamento di Lai, che Pechino detesta come “separatista”.

La Cina, che considera Taiwan democraticamente governata il proprio territorio, ha denunciato il discorso di insediamento di Lai lunedì, in cui ha invitato la Cina a cessare le sue minacce e ha affermato che le due sponde dello stretto “non sono subordinate l’una all’altra”.

Questo contenuto è stato realizzato grazie al supporto della comunità El Destape. Unisciti a noi. Continuiamo a fare la storia.

ISCRIVITI ALLA SCOPERTA

Martedì, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha definito Lai “vergognoso”.

Lai si è ripetutamente offerto di intrattenere colloqui con la Cina, ma è stato respinto. Egli sostiene che solo il popolo di Taiwan può decidere del proprio futuro e respinge le pretese di sovranità di Pechino.

Il Comando del Teatro Orientale dell’Esercito popolare di liberazione cinese (PLA) ha riferito di aver iniziato esercitazioni militari congiunte, che hanno coinvolto l’esercito, la marina, l’aeronautica e la forza missilistica terrestre, nelle aree vicino a Taiwan alle 7.45 (23.45 GMT).

Le esercitazioni si stanno svolgendo nello Stretto di Taiwan, nel nord, nel sud e nell’est di Taiwan, nonché nelle aree intorno alle isole di Kinmen, Matsu, Wuqiu e Dongyin controllate da Taiwan, ha affermato il comando in una nota.

I media statali cinesi hanno affermato che la Cina ha inviato dozzine di aerei da combattimento con missili veri e ha condotto attacchi simulati, insieme a navi da guerra, contro obiettivi militari di alto valore.

Le esercitazioni, denominate “Joint Sword – 2024A”, dureranno due giorni. Tuttavia, a differenza di un esercizio simile chiamato “Joint Sword” che si è svolto nell’aprile dello scorso anno, queste esercitazioni sono etichettate con la lettera “A”, aprendo la porta a possibili continuazioni.

Il ministero della Difesa di Taiwan ha condannato le esercitazioni, affermando di aver inviato forze nelle aree intorno all’isola, che le sue difese aeree e le forze missilistiche terrestri stavano seguendo gli obiettivi e che era fiducioso di poter proteggere il suo territorio.

“L’avvio di esercitazioni militari in questa occasione non solo non contribuisce alla pace e alla stabilità dello Stretto di Taiwan, ma rivela anche la mentalità militaristica (della Cina)”, ha affermato il ministero.

L’ufficio presidenziale di Taiwan si è rammaricato che la Cina abbia minacciato le libertà democratiche dell’isola, la pace e la stabilità regionale con le sue “provocazioni militari unilaterali”, ma ha affermato che la popolazione può essere certa che Taiwan potrà garantire la loro sicurezza.

L’emittente statale cinese CCTV ha affermato che il discorso di insediamento di Lai è stato “estremamente dannoso” e che le contromisure cinesi sono “legittime, legali e necessarie”.

Il discorso di Lai è stato una confessione del desiderio di indipendenza di Taiwan e ha minato la pace e la stabilità nelle due sponde dello Stretto, ha detto.

Il futuro di Taiwan può essere deciso solo dagli 1,4 miliardi di cinesi, e non solo dai 23 milioni di taiwanesi, ha aggiunto.

NESSUNA SORPRESA

Un alto funzionario taiwanese, che ha parlato a condizione di anonimato a causa della delicatezza della questione, ha detto a Reuters che le esercitazioni facevano parte di uno scenario pianificato da Taiwan e che il governo dell’isola aveva una “conoscenza esaustiva” dei movimenti militari cinesi.

Le autorità taiwanesi avevano dichiarato alla vigilia dell’inaugurazione che stavano monitorando i movimenti militari cinesi. L’ultima volta che la Cina ha organizzato esercitazioni di guerra su larga scala vicino a Taiwan è stata nel 2023 e nel 2022.

Le esercitazioni si concentrano su pattugliamenti congiunti di prontezza al combattimento mare-aria, attacchi di precisione contro obiettivi chiave e operazioni integrate all’interno e all’esterno della catena di isole per testare le “reali capacità di combattimento congiunte” delle forze, hanno affermato l’esercito cinese.

“Questa è anche una forte punizione per gli atti separatisti delle forze indipendentiste di Taiwan e un severo avvertimento contro le interferenze e le provocazioni da parte di forze esterne”, ha aggiunto il comando.

I media statali cinesi hanno pubblicato una mappa delle zone di esercitazione, in cinque aree intorno a Taiwan e alle isole che Taiwan controlla vicino alla costa cinese.

Funzionari taiwanesi hanno detto a Reuters che quelle aree erano al di fuori della zona contigua di Taiwan, che si trova a 24 miglia nautiche al largo della costa dell’isola principale.

Uno dei funzionari ha affermato che la Cina non ha annunciato alcuna no-fly zone, né Taiwan ha osservato movimenti su larga scala delle forze missilistiche terrestri e strategiche cinesi.

Su Tzu-yun, ricercatore presso il National Defense and Security Research Institute, il principale think tank militare di Taiwan, ha affermato che sebbene le manovre dureranno solo due giorni, la loro portata è più ampia rispetto alle esercitazioni precedenti, poiché includono le isole periferiche di Taiwan.

Ciò ha lo scopo di dimostrare la capacità della Cina di controllare i mari e di impedire la partecipazione di forze straniere, ha affermato.

“I segnali politici sono maggiori di quelli militari”, ha aggiunto.

Non ci sono segnali di allarme a Taiwan, dove la popolazione è da tempo abituata all’attività militare cinese. Giovedì l’indice azionario di riferimento, attualmente ai massimi storici, è salito dello 0,2%.

“Le esercitazioni avranno un impatto psicologico a breve termine, ma non invertiranno la tendenza rialzista a lungo termine delle azioni di Taiwan”, ha affermato Alex Huang, vicepresidente di Mega International Investment Services.

Un funzionario della banca centrale ha detto a Reuters che il mercato valutario funziona normalmente, senza afflussi o deflussi anomali di capitali esteri.

Nell’agosto 2022, la Cina ha lanciato esercitazioni militari a fuoco vivo intorno a Taiwan, subito dopo una visita, ampiamente condannata da Pechino, dell’ex presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi. Quella serie di esercitazioni, di portata senza precedenti, durò quattro giorni, seguiti da diversi giorni di esercitazioni aggiuntive.

Con informazioni provenienti da Reuters

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il dollaro cede; lo yen si avvicina a 160 mentre persistono i timori di un intervento
NEXT Il governo delle Asturie dà il via libera al decreto che istituisce l’Accademia di Scienze Veterinarie del Principato