Il Comitato Nazionale Repubblicano intraprende uno sforzo su larga scala per monitorare le elezioni statunitensi

Il Comitato Nazionale Repubblicano intraprende uno sforzo su larga scala per monitorare le elezioni statunitensi
Il Comitato Nazionale Repubblicano intraprende uno sforzo su larga scala per monitorare le elezioni statunitensi

BLOOMFIELD HILLS, Michigan (AP) – Il Comitato nazionale repubblicano ha lanciato venerdì un’iniziativa negli stati indecisi per mobilitare migliaia di supervisori dei seggi elettorali, addetti ai sondaggi e avvocati affinché fungano da osservatori dell’“integrità elettorale” a novembre, una mossa che è stata immediata ha sollevato preoccupazioni sul fatto che ciò potrebbe portare a molestie nei confronti degli addetti ai sondaggi e minare la fiducia nelle elezioni statunitensi.

La RNC afferma che il suo piano aiuterà gli elettori ad avere fiducia nel processo elettorale e a garantire che i loro voti contino. Tuttavia, mentre l’ex presidente Donald Trump e i suoi alleati continuano a diffondere false affermazioni secondo cui le elezioni del 2020 sarebbero state rovinate da frodi diffuse, l’iniziativa getta anche le basi per una ripetizione del tentativo di Trump di indebolire i risultati, una tattica che ha finito per portare alla 6 gennaio 2021 attacco al Campidoglio degli Stati Uniti.

Gli alleati di Trump hanno già segnalato che potrebbero non accettare i risultati se perde contro il presidente Joe Biden.

La RNC ha affermato che la sua nuova iniziativa si concentrerà sul fermare i “tentativi democratici di aggirare le regole”. Il partito schiererà degli osservatori per monitorare ogni fase del processo elettorale, creerà delle hotline per gli osservatori dei sondaggi per segnalare i problemi percepiti e intraprenderà azioni legali per risolvere tali problemi.

Il Partito repubblicano nazionale spera di reclutare 100.000 volontari, una cifra che secondo alcuni esperti elettorali sarà difficile da raggiungere anche in un anno di elezioni presidenziali di alto profilo.

Il presidente della RNC Michael Whatley ha detto venerdì che il comitato nominerà direttori per l’integrità elettorale in 15 stati, compresi quelli più contestati, e lavorerà con i partiti statali per stabilire programmi simili nei restanti stati.

“Ciò che dobbiamo garantire è l’integrità nel nostro processo elettorale”, ha affermato la copresidente della RNC Lara Trump, nuora dell’ex presidente, durante l’evento inaugurale a Bloomfield Hills, in una contea suburbana cruciale per vincere il Michigan. “Non potremo mai tornare indietro e ripetere il 2020, ma possiamo imparare le lezioni del 2020”.

Ha detto che la maggior parte della RNC è attualmente concentrata sul programma di integrità elettorale del comitato, che ha definito “unico nel suo genere”.

Entrambi i partiti hanno una lunga storia nell’organizzare i propri sostenitori come osservatori elettorali, e il Comitato Nazionale Democratico ha affermato che sta pianificando una propria iniziativa di reclutamento di volontari. Diversi funzionari elettorali negli stati politicamente indecisi nelle elezioni presidenziali hanno affermato che questo tipo di trasparenza e partecipazione è uno dei modi migliori per aiutare gli scettici a fidarsi delle numerose misure di sicurezza introdotte nel processo elettorale.

Tuttavia, il dibattito sull’iniziativa RNC e il modo in cui viene implementata potrebbe sollevare preoccupazioni più ampie se si evolvesse oltre la normale organizzazione dei partiti politici, ha affermato David Becker, ex avvocato del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e direttore esecutivo del Centro for Election Innovation and Research, un’organizzazione senza scopo di lucro focalizzata sulla creazione di fiducia nelle elezioni.

“Farlo in un modo che incoraggi i tuoi elettori nell’idea che le elezioni saranno rubate, che li prepari ad arrabbiarsi se il loro candidato perde; “Può essere molto pericoloso”, ha spiegato Becker.

Trump ha diffuso false accuse di frode elettorale nel 2016 e nel 2020 e ha continuato a prevedere elezioni truccate se perdesse quest’anno. “L’unico modo in cui possono batterci è imbrogliare”, ha detto, riferendosi ai democratici durante una manifestazione a Las Vegas domenica.

“Non lasciateli imbrogliare”, ha detto. “Non lasciare che facciano nulla.”

La leadership della RNC – scelta personalmente da Trump quest’anno in occasione di una radicale riorganizzazione del comitato – ha seguito l’esempio prevedendo la possibilità di un gioco scorretto nelle elezioni di quest’anno. Lara Trump ha qualificato la sua risposta alla CNN questo mese quando le è stato chiesto se avrebbe accettato i risultati.

“Posso dirvi che sì, accetteremo i risultati di queste elezioni se le considereremo libere, giuste e trasparenti”, ha detto. “E stiamo facendo gli straordinari per garantire che ciò accada.”

Alla domanda venerdì se il comitato intende contestare il processo di certificazione elettorale in eventuali stati politicamente oscillanti in cui Trump potrebbe perdere per un pelo, Whatley ha risposto: “Non siamo preoccupati per questa eventualità al momento”.

Per decenni, la RNC è stata limitata nella sua capacità di coordinare il monitoraggio dei sondaggi e altre attività sull’integrità elettorale a causa di un decreto di consenso emesso da un tribunale federale, istituito per fermare i tentativi di intimidazione degli elettori sostenuti dai repubblicani. Il decreto è stato revocato nel 2018.

L’iniziativa della RNC arriva in un momento in cui il Partito Repubblicano si trova ad affrontare uno svantaggio significativo rispetto ai Democratici rispetto alla presenza di infrastrutture politiche tradizionali sul campo negli stati chiave, come uffici elettorali, centri comunitari e rappresentanti elettorali. Il team elettorale di Biden e i suoi alleati presso il Comitato Nazionale Democratico hanno aperto centinaia di uffici elettorali in tutto il Paese, mentre i funzionari repubblicani in molti casi stanno ancora aspettando che il team elettorale di Trump e la RNC entrino in azione in questo senso.

Alex Floyd, portavoce del Comitato nazionale democratico, ha affermato che il DNC, “insieme ai nostri partner a livello statale e locale, non permetterà ai repubblicani del MAGA (acronimo dello slogan “Make America Great Again” promosso da Donald Trump) di ottenere basta con questi attacchi infondati alla nostra democrazia, e continueremo a utilizzare ogni strumento a nostra disposizione per garantire che tutti gli americani possano far sentire la propria voce alle urne”.

L’evento inaugurale della RNC ha avuto luogo presso la sede del Partito repubblicano della contea di Oakland, uno dei partiti locali più influenti del Michigan. La contea di Oakland è un prospero sobborgo di Detroit che per decenni è stato una delle contee più importanti del Michigan.

Sebbene la contea abbia il maggior numero di elettori repubblicani nello stato, negli ultimi anni è diventata sempre più democratica e Donald Trump l’ha perso in entrambe le sue precedenti campagne.

La RNC ha concentrato la sua attenzione sul Michigan per molte delle sue sfide elettorali, uno stato che Trump ha vinto di poco nel 2016 ma ha perso contro Biden nel 2020. Un’analisi dei legislatori repubblicani ha concluso che non vi erano frodi diffuse nelle elezioni di quell’anno e che Biden ha legittimamente vinto. lo stato. Ciò coincide con le ispezioni, i riconteggi e gli audit effettuati negli altri stati teatro del conflitto in cui Trump ha contestato la sua sconfitta e che hanno confermato la vittoria di Biden.

Nonostante questi fatti, le teorie del complotto sul voto e sulle frodi elettorali sono emerse a Detroit quando gli osservatori elettorali e i loro manifestanti hanno avuto attriti nel centro congressi della città, il più popolato dello stato, dove venivano prese e contate le schede.

Venerdì, l’impiegata della città di Detroit Janice Winfrey ha affermato che il comportamento di quattro anni fa era inaccettabile e ha detto che non si ripeterà quest’anno.

“Non hai avuto successo quando non ti aspettavamo nel 2020. Ora che ti aspettiamo, beh, non sono affatto preoccupato”, ha detto venerdì all’AP. “Quelli di Detroit non giocano. “Siamo stanchi che ci prendano in giro”.

Ha detto che la nuova legge statale che consente un osservatore elettorale ogni otto scrutatori sarà applicata dagli agenti federali e dalle forze dell’ordine statali e locali.

Dopo aver preso il via venerdì nel Michigan, il tour “Protect Your Vote” della RNC terrà eventi in Pennsylvania, Carolina del Nord e Georgia, seguiti da altre visite negli stati teatro della battaglia.

I democratici e i loro alleati in quegli stati hanno messo in dubbio le intenzioni dei repubblicani, affermando che le loro ripetute bugie sulle elezioni hanno contribuito a minare la fiducia del pubblico.

Allison Dahle, rappresentante dello stato della Carolina del Nord e democratica nel comitato per la legislazione elettorale della Camera, ha affermato che i repubblicani nel suo stato avrebbero dovuto concentrarsi sulla fornitura di maggiori risorse al comitato elettorale statale, comprese le assunzioni, se fossero stati così preoccupati di scoraggiare le frodi.

“Gli elettori avrebbero più fiducia nelle elezioni se i repubblicani smettessero di mentire al riguardo”, ha osservato Adam Bonin, un avvocato di Filadelfia che ha rappresentato il Partito Democratico e i suoi candidati in casi elettorali di alto profilo.

___

Gli scrittori dell’Associated Press Christina A. Cassidy ad Atlanta, Corey Williams a Detroit, Gary D. Robertson a Raleigh, North Carolina; Marc Levy a Harrisburg, Pennsylvania; Scott Bauer a Madison, Wisconsin; e Steve Peoples di Detroit hanno contribuito a questo rapporto. Swenson ha riferito da New York.

___

L’Associated Press riceve il sostegno di diverse fondazioni private per migliorare la propria copertura sulle elezioni e sulla democrazia. L’AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il governo di Boyacá approfitta del decreto nazionale e dichiara lunedì 15 luglio 2024 giornata civica
NEXT Argentina-Colombia: metti 1.000 e ricevi 2.200 pesos nella finale di Copa América con Caliente