Acolgen risponde alla denuncia per presunte pratiche scorrette da parte dei produttori di energia

Acolgen risponde alla denuncia per presunte pratiche scorrette da parte dei produttori di energia
Acolgen risponde alla denuncia per presunte pratiche scorrette da parte dei produttori di energia

Dopo che la società Air-e ha chiesto alla Soprintendenza all’Industria e al Commercio (SIC) di indagare su un gruppo di produttori di energia per il presunto svolgimento di “pratiche restrittive della concorrenza” Acolgen, il sindacato che riunisce i produttori, ha dichiarato di essere disposto a soddisfare qualsiasi richiesta venga loro avanzata. e che hanno agito in conformità con la legge.

Le aziende convenzionate con Acolgen sono disponibili ad affrontare individualmente ogni richiesta loro rivolta, per dimostrare che il loro comportamento è stato conforme alla Costituzione, alla Legge, al Regolamento e, in generale, alle norme che puniscono lo svolgimento di pratiche commerciali anticoncorrenziali”, afferma in un comunicato.

Natalia Gutiérrez, presidente di Acolgén.

Foto:MAURIZIO MORENO

E Air-e, incaricata di fornire il servizio elettrico nei dipartimenti di Atlántico, Magdalena e La Guajira, ha chiesto alla SIC di avviare un’indagine per presunto coinvolgimento in “pratiche sleali” con l’obiettivo di distorcere il mercato e aumentare, a loro avviso, i prezzi delle borse energetiche.

Ciò premesso, Acolgen ha risposto che le offerte di tutte le imprese affiliate al sindacato rispondono ai mandati della Carta Politica e delle Leggi 142 e 143 del 1994, secondo i quali il mercato elettrico si sviluppa in un quadro di libera concorrenza, in cui In secondo quanto previsto dall’articolo 44 della Legge 143, le transazioni sono gratuite e sono remunerate mediante prezzi concordati tra le parti.

“Abbiamo superato con successo il recente fenomeno ‘El Niño’, contrariamente a quanto accaduto in diversi paesi della regione, grazie al lavoro dei generatori di energia elettrica e alla gestione efficiente dei bacini artificiali dal 2023. Grazie a questo Quando è iniziata la stagione secca, il Il livello dei serbatoi era al 76%, il che ha permesso a tutti i colombiani di avere abbastanza energia elettrica per il nostro consumo durante “El Niño”, ha sottolineato il sindacato Acolgen.

Si prevedono massicci blackout per tutto agosto

Foto:istock

Oltre a ciò, ha indicato il sindacato dei generatori che il settore elettrico è altamente regolamentato e dispone di un solido quadro istituzionale di controllo e sorveglianza, rappresentato dalle Soprintendenze ai Servizi Pubblici e all’Industria e Commercio, che dispongono di risorse, poteri e strumenti per indagare comportamenti anomali, garantire il corretto funzionamento del mercato e sanzionare, nell’ambito del giusto processo, qualsiasi comportamento considerato esterno alle norme di una libera e sana concorrenza.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gli utenti criticano il servizio ferroviario di Chillán per sospensioni e ritardi – La Discusión
NEXT Top 10: i voli più lunghi del mondo