La Germania chiede di evitare un’ulteriore escalation della guerra a Gaza

Pistorius ha dichiarato di essere d’accordo con Guterres sul fatto che bisogna fare tutto il possibile per alleviare o porre fine alla miseria umanitaria della popolazione palestinese nella Striscia di Gaza quando si sono incontrati presso la sede delle Nazioni Unite, ha osservato ARD.

All’inizio della giornata, la Germania ha esortato Israele e il gruppo palestinese Hamas a intensificare gli sforzi diplomatici per raggiungere un accordo di cessate il fuoco nella Gaza devastata dalla guerra.

Per il governo federale e il ministro degli Affari esteri è importante che questi colloqui continuino e possano portare a un risultato, ha affermato la vice portavoce della Cancelleria Kathrin Deschauer durante una conferenza tenutasi nella capitale.

Si tratta di fare tutto il possibile adesso, con sforzi reciproci da entrambe le parti per continuare i colloqui e raggiungere una soluzione, un accordo sugli ostaggi in modo che possano essere rilasciati e gli aiuti umanitari raggiungano la popolazione, ha aggiunto.

Deschauer ha sottolineato che un cessate il fuoco umanitario potrebbe aprire la prospettiva di un processo politico.

Lunedì scorso, l’esercito israeliano ha emesso ordini di evacuazione per i residenti della parte orientale di Rafah, in una mossa ampiamente vista come un preludio al tanto temuto attacco alla città, che ospita circa 1,5 milioni di palestinesi sfollati.

Già martedì l’esercito ha preso il controllo del lato palestinese del valico di Rafah al confine con l’Egitto, una via vitale per gli aiuti umanitari verso il territorio assediato.

Martedì la Germania ha espresso preoccupazione per l’offensiva di terra israeliana nella città di Rafah, nel sud di Gaza.

Il governo tedesco ha osservato che un’offensiva di terra israeliana su larga scala a Rafah sarebbe una catastrofe umanitaria.

mem/amp

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Frittata di patate, scopri come realizzare questa semplice ricetta con soli 3 ingredienti
NEXT Circa 300.000 palestinesi sono fuggiti da Rafah dopo l’offensiva israeliana