Il giudice considera la petizione per limitare i commenti di Trump sugli agenti dell’FBI nei documenti riservati

Il giudice considera la petizione per limitare i commenti di Trump sugli agenti dell’FBI nei documenti riservati
Il giudice considera la petizione per limitare i commenti di Trump sugli agenti dell’FBI nei documenti riservati

Il giudice Aileen Cannoneincaricato del caso di cattiva gestione di documenti riservati da parte dell’ex presidente e precandidato repubblicano Donald Trumpha esaminato questo lunedì una richiesta dei pubblici ministeri in cui chiedono che gli sia vietato fare commenti che potrebbero mettere a rischio la vita degli agenti di polizia. FBI che hanno registrato la loro proprietà a Mar-a-Lago.

Il procuratore speciale Jack Smith ha chiesto a Cannon, il candidato di Trump per il 2020, di consegnare un “ordine limitato” dopo che l’ex presidente ha dichiarato, secondo la Procura speciale, che gli agenti che hanno perquisito la sua casa di Palm Beach alla ricerca di documenti riservati mettevano in pericolo lui e la sua famiglia e avevano l’ordine di rispondere con la violenza se necessario. Gli agenti che hanno effettuato la perquisizione nella sua residenza di Mar-a-Lago lo hanno fatto mentre Trump e la sua famiglia erano lontani dalla Florida.

In un’e-mail di raccolta fondi, Trump ha osservato che gli agenti dell’FBI che hanno perquisito la sua casa di Mar-a-Lago alla ricerca di documenti erano “semplicemente ansiosi di fare l’impensabile”, riferendosi all’uso della forza, qualcosa che non voleva eccedere un normale protocollo un registro. Gli avvocati di Trump sostengono che qualsiasi ordine di silenzio metterebbe a tacere impropriamente il loro cliente nel bel mezzo di una campagna presidenziale in cui lui è il Candidato repubblicano.

Non è noto quando Cannon potrebbe pronunciarsi su questo punto, dopo aver ascoltato le argomentazioni in un’udienza di tre giorni iniziata venerdì scorso per affrontare diverse questioni legali irrisolte che si sono accumulate in questo caso. Lo scorso maggio, il giudice Cannon ha rinviato a tempo indeterminato la data del processo di Trump Florida per il cattivo trattamento dei documenti riservati rinvenuti nel suo club di Mar-a-Lago, garantendo praticamente che il processo non avrà luogo prima delle elezioni presidenziali del prossimo novembre, nelle quali affronterà il presidente Joe Biden.

Venerdì scorso, il giudice federale Cannon ha preso in considerazione la richiesta della difesa di Trump di respingere l’accusa di cattiva gestione dei documenti, sostenendo che il procuratore speciale Jack Smith era designato illegalmente. La squadra di difesa di Trump ha sostenuto che il procuratore generale degli Stati Uniti, Merrick Garland, non aveva l’autorità legale per nominare Smith procuratore speciale incaricato del processo. Inoltre, giovedì scorso è emerso che Cannon ha respinto la richiesta di due giudici federali di dimettersi dalla presidenza del caso, secondo il quotidiano. Il New York Times.

Nello stesso caso si trova di fronte il candidato repubblicano accuse di ostruzione e trattenimento intenzionale di documenti ufficiali legati alla sicurezza statunitense, punibili fino a 20 anni di carcere.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Chelsea aprirà un fascicolo disciplinare per cori razzisti con la Nazionale
NEXT Sette comuni di Caldas erano in pellegrinaggio per la Vergine del Carmen