Israele ha ucciso sette palestinesi durante l’attacco alla zona di sicurezza

Israele ha ucciso sette palestinesi durante l’attacco alla zona di sicurezza
Israele ha ucciso sette palestinesi durante l’attacco alla zona di sicurezza

Sia l’agenzia di stampa ufficiale Wafa che l’emittente televisiva del Qatar Al Jazeera, entrambe presenti nella zona, hanno sottolineato che aerei israeliani hanno attaccato il luogo poco prima di mezzanotte.

L’ONU e le autorità palestinesi affermano sistematicamente che non esiste alcuna zona sicura nell’enclave costiera per proteggersi dall’aggressione israeliana, nonostante le dichiarazioni del governo di Benjamin Netanyahu.

I militari hanno anche aperto il fuoco sulle case dei cittadini nel quartiere saudita, a ovest della città meridionale di Rafah, durante un’incursione accompagnata da numerosi veicoli blindati, ha spiegato Wafa.

Aerei da combattimento hanno lanciato proiettili nella zona occidentale di Rafah, mentre le truppe hanno attaccato con l’artiglieria le vicinanze dell’ospedale da campo degli Emirati, ha denunciato.

Al confine con l’Egitto, la città è l’epicentro di una grande offensiva di terra dall’inizio del mese scorso, che ha portato più di un milione di palestinesi a fuggire per sfuggire all’attacco.

L’ONU stima che in quella città siano rimasti rinchiusi meno di 65.000 cittadini.

Secondo le milizie palestinesi gli scontri sono violenti nei quartieri di Tal as-Sultan e Shaboura.

L’agenzia di stampa precisa che sei persone hanno perso la vita e molte sono rimaste ferite questa mattina dopo un bombardamento israeliano contro una casa situata nel quartiere di Sheikh Radwan, a Gaza City.

L’artiglieria ha preso di mira anche il quartiere di Al-Zaytoun, mentre le cannoniere hanno aperto il fuoco sulle case al largo della costa nel campo profughi di Al-Shati, ha spiegato.

Nel campo profughi centrale di Nuseirat, le squadre mediche hanno recuperato tre corpi a causa di un altro raid militare.

ode/rapinare

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Chi è Mazzi Dumato, il miliardario finito in povertà dopo aver donato l’intero suo patrimonio per una causa nobile