Il libro di Brittney Griner descrive dettagliatamente la dura vita in una prigione russa

Riguardo alla preparazione per condividere la sua storia, Brittney Griner si è detta: “Ne parlerò, approfondirò l’argomento per un po’.” Joy Kimbrough/NBAE tramite Getty Images

SAN DIEGO – L’8 dicembre 2022, la star della WNBA Brittney Griner è stata liberata dopo 10 mesi di prigionia russa, scambiata con il trafficante d’armi russo Viktor Bout.

Dal momento in cui è stata arrestata il 17 febbraio di quell’anno per aver portato cartucce per vaporizzare cannabis in Russia, fino a quando ha stretto la mano di Bout su un asfalto ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, sapeva poco delle manovre geopolitiche per farla uscire da lì o la portata di ciò che sua moglie Cherelle e la loro famiglia stavano attraversando negli Stati Uniti.

Dopo il suo arresto, divenne subito chiaro che, anche se tecnicamente era colpevole, non sarebbe stata trattata come un’imputata criminale, ma piuttosto sarebbe stata tenuta in ostaggio dal governo di Vladimir Putin, come lo era stato per tre anni l’ex marine americano Paul Whelan. anni. anni fino a quel momento.

Al ritorno negli Stati Uniti, Griner ha continuato a parlare della necessità di riportare a casa i detenuti americani. Christian Petersen/Getty Images

Griner fu condannato a nove anni in un campo di lavoro russo, ma alla fine fu scambiato per Bout, mentre Whelan rimase indietro. Ben presto scoprì quanto il suo caso fosse diventato politicizzato negli Stati Uniti. Ha anche scoperto come lo stress post-traumatico l’avrebbe influenzata molto tempo dopo il suo rilascio.

Il libro di memorie di Griner sulla sua esperienza, “Coming Home”, scritto con Michelle Burford, sarà pubblicato martedì. Griner ha recentemente rilasciato un’intervista a San Diego, dove i Phoenix Mercury hanno tenuto il loro allenamento pre-campionato. Le loro risposte sono state modificate per motivi di lunghezza e chiarezza, ma la sostanza non è stata cambiata.

Quinn: Nel libro hai scritto della difficoltà che hai avuto nel parlare di quello che hai passato. Sapevi che il libro sarebbe uscito, sapevi che la stagione stava iniziando e ti avrebbero chiesto informazioni costantemente. Che tipo di processo hai attraversato per caricarti di energia?

Griner: Ho pensato, okay, ne parlerò, lo approfondirò davvero per un po’. Ne stavo parlando con il mio terapista. Diceva semplicemente: “Sai, hai fatto la parte difficile, ora il mondo può vedere, leggere e ascoltare la tua versione e tutto il resto”.

Ha detto: “Ricorda solo che non lo stai scrivendo per i critici. Lo stai scrivendo per raccontare la tua storia alle persone che vogliono davvero ascoltarla, non alle persone che la leggono in modo che possano dire: ‘Oh, capito!'”

Ci saranno sempre quelle persone che cercano semplicemente qualsiasi cosa per provocare il caos. Lo stai davvero scrivendo per le persone che sono ferme [detenidas] all’estero, così forse questa storia, qualcuno ascolta questa storia e poi guarda, beh, chi è del mio stato o chi è della mia contea, chi è della mia città che potrebbe essere rinchiuso all’estero, chi è nell’elenco delle persone ingiustamente detenute? Lo stai scrivendo per tutte quelle persone. Ascoltare quella mentalità mi aiuta molto in questo momento. Mi aiuta a rimanere concentrato.

Tramite: ESPN.com

f4999efdce.jpgIl-libro-di-Brittney-Griner-descrive-det
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La Fiera del Libro di Saragozza torna al Parque Grande
NEXT Irantzu Varela mostra i denti