Preoccupazione per la chiusura del servizio di medicina trasfusionale a Viedma

La stessa cosa | Salute | Preoccupazione per la chiusura del servizio di medicina trasfusionale a Viedma

Foto per gentile concessione

Si tratta di un servizio fondamentale per garantire che il sangue trasfuso ai pazienti, soprattutto in caso di interventi chirurgici, sia in buone condizioni. Furia.

Inoltre, ci sono molte persone che soffrono di malattie ematologiche e necessitano delle cure specialistiche che Nievas ha offerto in quel laboratorio.

La chiusura per mancato pagamento era stata annunciata dall’ematologo e finalmente si è concretizzata, senza, ad oggi, essere stato sostituito per continuare a garantire un’adeguata assistenza sanitaria.

Da qui la preoccupazione, anche se la Clinica aveva annunciato allora che questo servizio avrebbe continuato ad essere fornito.

Oggi solo l’ospedale Zatti effettua il controllo del sangue, anche se senza un medico specializzato come l’ematologo.

Nievas ha basato la chiusura del servizio sul progressivo definanziamento a partire da dicembre 2023 a causa del mancato aggiornamento dei valori delle pratiche, del ritardo di quattro-cinque mesi nei pagamenti e della mancanza di risposte.

Il 15 di questo mese si sono chiuse le porte di questo servizio, senza soluzione delle rivendicazioni per l’aumento del 130% delle pratiche di emoterapia o dei ritardi di pagamento degli enti a cui veniva fornito questo servizio, comprese le opere sociali, le prepagate, le pubbliche amministrazioni. istituzioni sanitarie e mediche.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT TikTok si è occupato della sicurezza, del benessere e della salute mentale dei giovani