Analisi: il mercato ribassista del diesel comporta nuovi problemi per il petrolio

Analisi: il mercato ribassista del diesel comporta nuovi problemi per il petrolio
Analisi: il mercato ribassista del diesel comporta nuovi problemi per il petrolio

Di Ahmad Ghaddar, Trixie Yap e Shariq Khan

LONDRA/SINGAPORE/NEW YORK (Reuters) – I margini di profitto del diesel stanno crollando a causa delle nuove raffinerie che aumentano l’offerta e del clima mite nell’emisfero settentrionale e del rallentamento dell’attività economica che intaccano la domanda, mettendo i prezzi del petrolio sotto ulteriore pressione al ribasso.

I margini di raffinazione più bassi del diesel, uno dei principali carburanti industriali e per i trasporti a livello mondiale, hanno già spinto alcune raffinerie asiatiche a ridurre il volume di petrolio greggio che lavorano per ridurre la produzione di diesel.

La domanda più debole ha visto i prezzi del petrolio greggio crollare drasticamente nelle ultime settimane e i produttori dell’OPEC+ si sono incontrati all’inizio di giugno per decidere il destino di una serie di tagli all’offerta concordati dalla fine del 2022.

Anche se il gruppo deve ancora iniziare le discussioni formali, fonti hanno detto a Reuters che il gruppo potrebbe mantenere tagli di 2,2 milioni di barili al giorno (bpd) oltre giugno se la domanda non dovesse riprendersi.

L’8 maggio i prezzi del greggio Brent sono crollati al minimo di due mesi, sotto gli 82 dollari al barile, a causa dell’aumento delle scorte e del calo della domanda. Hanno recuperato alcune perdite giovedì, ma sono sulla buona strada per perdere oltre il 4% questo mese dopo quattro mesi di guadagni.

“[OPEC+] avrebbe… bisogno di fare i conti con le prestazioni contrastanti nei mercati dei prodotti raffinati: i crack spread della benzina sono costantemente migliorati, ma i crack del diesel sono notevolmente peggiorati,” ha detto JP Morgan, aggiungendo che si aspetta che l’alleanza mantenga i tagli alla produzione oltre giugno.

I margini di profitto del diesel europeo sono scesi al di sotto dei 16 dollari al barile alla fine di aprile, un minimo di 11 mesi dopo aver toccato oltre 40 dollari a febbraio.

La differenza tra diesel e petrolio greggio statunitense, nota come crack spread, è scesa al minimo di 2 anni di 20 dollari in aprile nei principali hub commerciali di New York e della costa del Golfo da oltre 40 dollari al barile in febbraio, secondo un Commodity Analisi del contesto.

I margini del diesel asiatico sono stati in media di 17 dollari al barile ad aprile, in calo rispetto ai 22 dollari del primo trimestre.

PRODUZIONE IN AUMENTO, DOMANDA PIÙ DEBOLE

Gli analisti affermano che un inverno mite ha colpito la domanda di gasolio negli ultimi due trimestri, poiché ha significato meno acquisti di gasolio da riscaldamento.

Anche l’aumento della produzione pesa sui prezzi. La capacità di raffinazione globale è aumentata di 2 bpd lo scorso anno, il massimo dal 1977, ha affermato l’intermediario energetico StoneX, con il lancio di nuovi progetti in Oman, Kuwait e Nigeria.

Le raffinerie aggiungeranno altri 200.000 barili giornalieri di capacità diesel quest’anno, ha affermato StoneX.

In Europa, dove il diesel è utilizzato più che altrove nelle automobili, anche il passaggio alle auto ibride o elettriche sta intaccando la domanda.

JP Morgan ha osservato che la domanda di diesel stradale nel continente si è contratta di 50.000 barili giornalieri nell’ultimo anno.

Negli Stati Uniti è in corso un diverso tipo di cambiamento strutturale, con un volume crescente di biocarburanti che sostituiscono il diesel.

La storia continua

Secondo i dati del governo statunitense, la domanda di diesel derivato dal petrolio sulla costa occidentale degli Stati Uniti ha toccato il livello più basso in quasi 28 anni a gennaio, mentre il consumo di diesel e biodiesel rinnovabili ha raggiunto un livello record.

Nel frattempo, il rallentamento dell’attività industriale del mese scorso in Cina, nella zona euro e negli Stati Uniti ha frenato la domanda di diesel.

“Ora che la stagione di picco del riscaldamento è finita, la questione è più legata al generale rallentamento industriale… e al lento allontanamento del parco auto dal diesel”, ha detto Natalia Losada, analista della società di consulenza Energy Aspects.

I mercati dei futures diesel europei e statunitensi sono scambiati in contango da circa metà aprile – dove un contratto attuale viene scambiato con uno sconto rispetto a un contratto per una data successiva – un segno di eccesso di offerta e un segnale per i trader di immagazzinare il carburante per un migliore profitto in seguito. . Il 3 maggio, lo spread semestrale del diesel europeo ha raggiunto quasi 12 dollari la tonnellata in contango, il più ampio in un anno.

Mentre il mercato del diesel è in contango, il mercato del greggio no. Il greggio Brent di riferimento è in reverse, l’opposto del contango, e quindi segnala ancora rigidità del mercato.

“È probabile che l’attuale forza iniziale delle curve del greggio, che riflette l’attuale ristrettezza del mercato del greggio, si dissiperà in breve tempo a causa del probabile calo delle raffinerie”, ha affermato l’analista della SEB Bjarne Schieldrop.

I margini di raffinazione in Asia sono bloccati vicino ai minimi di un anno.

La Formosa Petrochemical Corp di Taiwan, uno dei maggiori esportatori asiatici di prodotti raffinati, ha tagliato il tasso di riferimento di maggio di circa 3 punti percentuali.

La seconda raffineria più grande della Corea del Sud, GS Caltex, sta riducendo la produzione di 20.000-30.000 barili giornalieri a maggio, hanno detto fonti commerciali.

SUPPORTO DALLA CINA, JET FUEL

Un certo sostegno per il mercato asiatico del diesel potrebbe provenire dal calo delle esportazioni dalla Cina in aprile e maggio a causa della manutenzione delle raffinerie, hanno affermato due fonti commerciali con sede a Singapore.

Gli analisti della Bank of America affermano che il sostegno potrebbe arrivare anche dall’aumento del traffico aereo, che aumenterà la domanda di carburante per aerei, che potrebbe spingere le raffinerie a produrre più carburante per l’aviazione e meno diesel.

(Segnalazione aggiuntiva di Robert Harvey; montaggio di Dmitry Zhdannikov, Simon Webb e Elaine Hardcastle)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gnocchi di patate cremosi, la ricetta deliziosa con 4 ingredienti e in 20 minuti
NEXT Olympiacos-Fiorentina: le formazioni della finale