La dura testimonianza dell’attrice Alina Lozano

La dura testimonianza dell’attrice Alina Lozano
La dura testimonianza dell’attrice Alina Lozano

Solo pochi giorni fa, Alina Lozano e il suo compagno, Jim Velásquez, avevano annunciato con gioia che il loro tentativo di diventare genitori sarebbe stato finalmente possibile.

Dalle loro reti, dove condividono la loro storia d’amore, hanno mostrato le loro visite in ospedale, le ecografie e altre fasi del processo. Lo hanno fatto con la felicità che deriva dall’arrivo di un bambino.

Il sogno si stava avvicinando e tutto sembrava essere sulla buona strada per diventare genitori di una piccola creatura in nove mesi. La loro differenza di età non era un ostacolo al loro amore e l’età di Alina, 55 anni, non era un ostacolo al tentativo di diventare madre con Jim.

Tuttavia, questo venerdì, con profonda tristezza, l’attrice colombiana ha annunciato la notizia più difficile. A differenza degli altri suoi video, in questo caso prevale la tristezza di fronte agli imprevisti.

“Non abbiamo perso il bambino. Non c’è mai stato un bambino”, si legge nel suo post su Instagram. Quello che è successo?

In una dichiarazione video, l’artista Pedro El Escamoso ha fornito tutti i dettagli. “L’ecografia non ha mostrato assolutamente nulla, non c’è nessun bambino. Torno e chiarisco: non abbiamo perso il bambino, è stata una cosa che non è accaduta”, ha spiegato con dolore e sempre sotto il sostegno e l’abbraccio di Jim.

I medici hanno spiegato loro che a volte ci sono dei falsi positivi e questo era il loro caso. Ci sono ormoni che le donne assumono in questo processo che causano confusione e causano questi risultati inaffidabili. Ecco perché il medico ha dichiarato che era “prematuro” annunciarlo. Erano così emozionati che preferirono gridarlo al mondo.

“Ci ha detto che ci sono casi come il mio in cui non è solo la presenza degli ovuli, la donazione di ovociti, come si chiama così, cioè gli ovuli di una giovane donna che vengono impiantati nella ricevente, che in questo caso sono io ”, ha espresso.

C’è tristezza e delusione, oltre a poca voglia di riprovarci. Alina assicura che è troppo costoso, quindi non è sicuro per loro riprenderlo. Nonostante il dolore, l’amore del tuo partner è essenziale, così come il tuo desiderio di trattarlo in altri modi. “Voglio dire ad Alina che ci sono molti altri modi per avere un bambino, non solo donando gli ovuli, e non voglio arrendermi”, ha aggiunto il giovane.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Tesla mette in vendita la Model 3 Performance in Cile
NEXT L’INDH riferirà all’esercito cileno e al Seremi de Salud di Arica e Parinacota per conoscere la situazione del coscritto deceduto e di altre 45 persone colpite fisicamente durante un’esercitazione militare