Appuntamento concordato tra le comunità della Sierra e Otty Patiño

Appuntamento concordato tra le comunità della Sierra e Otty Patiño
Appuntamento concordato tra le comunità della Sierra e Otty Patiño

Questo evento è stato uno dei tre accordi tra i contadini e il Governo Nazionale per porre fine alla protesta promossa nel Tronco dei Caraibi.

Nel Centro Congressi dell’Hotel Estelar Santa Marta si è svolto l’evento intitolato “Dialogo Sociale per la Pace nella Magdalena e nella Sierra Nevada”, dove hanno preso parte rappresentanti delle comunità montane e alti funzionari del governo del Presidente Petro.

Uno dei momenti salienti dell’incontro è stata la conferma di un prossimo incontro a Bogotà, durante la seconda settimana di luglio, tra i delegati della comunità e Otty Patiño, Alto Commissario per la Pace.

Questo incontro cerca di affrontare le preoccupazioni critiche espresse dalle comunità riguardo alla violenza e ai conflitti armati che hanno profondamente colpito la regione.

Jennifer del Toro Granados, Alto Consigliere per la Pace del Distretto, ha comunicato sui social network: “L’impegno è che una commissione di delegati delle comunità si incontrerà con l’Alto Commissario a Bogotá, nella seconda settimana di luglio”.

Durante l’incontro, i rappresentanti delle comunità hanno sottolineato le sfide persistenti che devono affrontare a causa della presenza e delle attività di attori armati nella Sierra Nevada. Hanno ricordato la perdita di vite innocenti e l’urgenza di trovare soluzioni che permettano alle comunità di vivere in pace e sicurezza.

La Vice Ministra Lilia Solano Ramírez ha sottolineato l’importanza di rafforzare il dialogo tra il governo e le comunità per avanzare verso la pace e lo sviluppo sostenibile nella regione della Magdalena e della Sierra Nevada. Sono state discusse le strategie per promuovere la partecipazione dei cittadini e il lavoro collaborativo come basi per la costruzione di una pace duratura.

Inoltre, sono state discusse le strategie per rafforzare la partecipazione dei cittadini e il lavoro collaborativo nella ricerca della pace e dello sviluppo sostenibile nella regione della Magdalena e della Sierra Nevada.

Da parte sua, il direttore dei Diritti Umani del Ministero degli Interni, Franklin Castañeda, ha affermato che attraverso l’ascolto attivo “affronteremo le diverse questioni che colpiscono questi territori. “Sarà uno spazio di dialogo per poter lavorare insieme tra il governo e le comunità”.

Catalina García, direttrice di Strategia, Sviluppo e Imprenditorialità del MinCulturas, ha affermato l’impegno del Governo per il ripristino dei diritti culturali delle persone, evidenziando il dialogo, la consultazione e il riconoscimento delle comunità come fondamentali per raggiungere una pace globale.

PROMUOVERE IL DIALOGO E LA PACE NELLA MAGDALENA

Nelle sue parole, la delegata del Governo nazionale, Lilia Solano, ha sottolineato: “Siamo qui come viceministro impegnato a raggiungere la pace attraverso il dialogo. “Abbiamo ascoltato il grido di queste persone e contribuiamo alla pace territoriale affinché le voci dei leader sociali siano ascoltate e ascoltate dal governo”.

Il viceministro ha fatto riferimento anche al potere della prima costituente, sottolineando che “la pace dipende anche dall’impegno e dalla volontà di tutti i settori di raggiungere accordi basati sul rispetto. “Stiamo gettando i semi per procedere verso quella pace, sotto la guida dell’Ufficio dell’Alto Commissario per La Paz”.

Solano ha sottolineato l’importanza di una pace globale che includa la riforma agraria, progetti produttivi e garanzie per una vita dignitosa. “È fondamentale che le entità si uniscano per rispondere ai bisogni delle comunità attraverso il dialogo e accordi efficaci con organizzazioni e popoli”, ha aggiunto.

In relazione alla Sierra Nevada, il vice ministro ha sottolineato la sua importanza come santuario di pace e di armonizzazione spirituale. “È imperativo risolvere i conflitti armati in questa regione per consentire lo sviluppo di un turismo equo e solidale a beneficio delle comunità locali”, ha affermato Solano.

La presenza dello Stato è stato un altro tema sottolineato da Solano, il quale ha assicurato che “il popolo esige la presenza globale dello Stato con un’istruzione, una sanità, strade e alloggi di qualità. “Questo debito storico viene affrontato e si sta procedendo sulla strada del benessere e dell’equità”.

ALTRE CONCLUSIONI

Nell’ambito dell’evento, le entità partecipanti hanno risposto alle comunità sugli impegni assunti.

Avelino Gutiérrez, consigliere dell’Agenzia per il Rinnovamento Territoriale (ART) presso la Presidenza della Repubblica, ha annunciato importanti progressi nei Programmi di Sviluppo con Approccio Territoriale (PDET).

Gutiérrez ha riferito che l’insieme del PDET e dei Piani d’Azione per la Trasformazione Regionale (PATR) dei comuni di Magdalena sono stati aggiornati e rivisti.

«Tutte le iniziative del PDET dei comuni di Magdalena, Cesar e La Guajira sono state riviste, aggiornate, anche con il proprio sigillo, sigillo etnico. Un lavoro meticoloso che hanno fatto le comunità”, ha sottolineato. Tali documenti verranno inviati agli enti corrispondenti affinché possano essere articolati in progetti specifici, obiettivo principale dell’incontro.

Inoltre, Gutiérrez ha sottolineato che tutte le iniziative del PDET sono state integrate nei piani di sviluppo municipali. “Ci siamo incontrati con i sindaci e abbiamo svolto un lavoro dettagliato per garantire che i piani di sviluppo, la maggior parte dei quali sono stati approvati, includessero le iniziative del PDET”, ha spiegato.

Queste iniziative hanno ora la possibilità di essere finanziate con risorse provenienti da sindaci e governatorati, garantendone così la fattibilità e l’attuazione.

id: 326

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-