I consiglieri di Trump discutono le sanzioni per le nazioni che si allontanano dal dollaro

I consiglieri di Trump discutono le sanzioni per le nazioni che si allontanano dal dollaro
I consiglieri di Trump discutono le sanzioni per le nazioni che si allontanano dal dollaro

(Bloomberg) — I consiglieri economici dell’ex presidente Donald Trump stanno valutando modi per impedire attivamente alle nazioni di abbandonare l’uso del dollaro – uno sforzo per contrastare i movimenti in erba tra i principali mercati emergenti per ridurre l’esposizione alla valuta statunitense, secondo persone che hanno familiarità con il mercato. questione.

I più letti da Bloomberg

Le discussioni includono sanzioni per alleati o avversari che cercano modi attivi per impegnarsi nel commercio bilaterale in valute diverse dal dollaro – con opzioni tra cui controlli sulle esportazioni, spese di manipolazione valutaria e tariffe, hanno detto le persone, parlando a condizione di anonimato.

Una reazione verbale contro il dominio del dollaro nel sistema finanziario globale ha preso piede nel 2022, quando gli Stati Uniti hanno guidato gli sforzi per imporre dure sanzioni economiche alla Russia, una nazione del Gruppo dei 20. La banca centrale russa, i funzionari governativi e circa 2.500 altri obiettivi hanno avuto accesso limitato al dollaro.

Per saperne di più: Lo status di superpotenza del dollaro è a rischio a causa di tumulti in patria e all’estero

Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa, conosciuti insieme come i paesi BRICS, hanno discusso della de-dollarizzazione in un vertice lo scorso agosto. Quel gruppo sta guadagnando peso a livello globale dopo aver invitato le principali nazioni produttrici di petrolio, l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti, insieme ad altri ad una mossa di espansione quest’anno. L’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti attualmente ancorano le loro valute al dollaro.

I consulenti economici di Trump e della sua campagna hanno parlato di prendere di mira quel particolare sforzo dei BRICS in un potenziale secondo mandato. Da parte sua, sia pubblicamente che privatamente, Trump ha affermato di volere che il dollaro rimanga la valuta di riserva mondiale.

Tasso di cambio

“Odio quando i paesi abbandonano il dollaro”, ha detto Trump in un’intervista dell’11 marzo alla CNBC. “Non permetterei ai paesi di abbandonare il dollaro perché quando perderemo quello standard, sarebbe come perdere una guerra rivoluzionaria”, ha detto. “Sarà un successo per il nostro Paese”.

In qualità di presidente, Trump ha deciso di indebolire fortemente il dollaro per sostenere il settore manifatturiero nazionale. Ma ora, secondo una persona a conoscenza della questione, finora ha affermato in privato di non vedere i vantaggi dell’intervento del dollaro. La campagna di Trump si riferiva alle ultime osservazioni dell’ex presidente sul dollaro giovedì mattina.

La storia continua

“Con Biden perderete il dollaro come standard. Sarebbe come perdere la più grande guerra che abbiamo mai perso”, ha detto, accusando le politiche del presidente Joe Biden di avere opinioni dannose nei confronti del dollaro.

Trump ha favorito un dollaro stabile e ha chiesto ad altri paesi di adeguarsi a tale politica astenendosi da interventi volti a svalutare le loro valute. Con la Federal Reserve che frena la riduzione dei tassi di interesse, il dollaro ultimamente è in rialzo, spingendo le autorità estere a prendere in considerazione interventi per sostenere – e non svalutare – le loro valute.

Problema di intervento

Le autorità giapponesi e sudcoreane sono state tra quelle che hanno messo in guardia contro movimenti eccessivi dei loro tassi di cambio, con i funzionari di Tokyo che hanno avvertito che si riservano il diritto di intervenire.

Giovedì lo yen ha toccato il livello più debole rispetto al dollaro dal 1990. Anche le autorità cinesi hanno adottato misure per arginare il declino dello yuan.

I più letti da Bloomberg Businessweek

©2024 Bloomberg LP

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ci saranno due abbonamenti, uno gratuito e uno a pagamento (leak)
NEXT La Juvenil A giocherà le partite di campionato al Municipal de Vidreres | Girona FC