Il presidente della BBVA ha informato in una lettera il presidente della Sabadell che non c’era spazio per migliorare l’offerta di fusione

Il presidente della BBVA ha informato in una lettera il presidente della Sabadell che non c’era spazio per migliorare l’offerta di fusione
Il presidente della BBVA ha informato in una lettera il presidente della Sabadell che non c’era spazio per migliorare l’offerta di fusione

Carlos Torres Vila, presidente del BBVA. REUTERS/Vincent West

BBVA ha inviato questo mercoledì al Commissione nazionale per il mercato dei valori mobiliari (CNMV) una lettera inviata il 5 maggio dal suo presidente, Carlo Torresal suo omologo Banco Sabadell, Josep Oliuinformandolo che “non c’era spazio” per migliorare l’offerta di fusione “in termini economici”.

Nella lettera, Carlos Torres sottolinea: “Vi scrivo in seguito all’e-mail che vi ho inviato martedì scorso in cui allegavo la nostra proposta con i termini per una fusione. Capisco che stiate valutando in modo esaustivo per darci una risposta, e in questo senso ritengo che sia molto importante che il vostro Consiglio di Amministrazione sappia che BBVA non ha alcun margine per migliorare le sue condizioni economiche”.

Potrebbe interessarti: Il piano B del BBVA per fronteggiare il “no” del Banco Sabadell alla fusione

La banca basca ha reso pubblico l’intero contenuto della lettera inviata a Oliú. In esso, Torres insisteva sul fatto che la sua proposta aveva “esaurito tutto lo spazio” che era disponibile e che non poteva offrire un premio più alto, influenzando il fatto che la sua capitalizzazione di mercato era già stata ridotta di 6.000 milioni di euro.

Torres ha riconosciuto che “nella nostra proposta già lo abbiamo abbiamo esaurito tutto lo spazio che abbiamo avuto, avendo mantenuto un premio del 30% nonostante il grande aumento relativo delle vostre azioni da metà aprile al 29. Inoltre, da martedì scorso Anche il mercato ha chiarito che non ci sono ulteriori possibilità di rialzo, poiché la capitalizzazione di mercato di BBVA è diminuita nel periodo di oltre 6 miliardi di euro. Questa situazione ci impedisce assolutamente di poter pagare un premio maggiore di quello che già offriamo, perché se lo facessimo è prevedibile che il nostro valore scenderebbe nuovamente (anche di un importo superiore all’aumento di premio che faremmo)”.

Il rifiuto del consiglio di amministrazione del Banco de Sabadell di accettare la proposta di fusione avanzata da BBVA pone la banca basca nel dilemma se proseguire con il suo progetto di acquisto o rinunciare. E lo è ancora di più quando la banca catalana sottolinea nella sua dichiarazione alla Commissione Nazionale del Mercato dei Titoli (CNMV) che offerta “non richiesta, indicativa e condizionata”.” “sottovaluta “in modo significativo il progetto” e le sue prospettive di crescita, motivo per cui preferisce navigare da sola, poiché “come entità indipendente genererà maggior valore per i suoi azionisti”.

Il Banco Sabadell ha reso pubblica questo mercoledì, in una comunicazione alla Commissione Nazionale del Mercato dei Titoli (CNMV), una lettera che il presidente del BBVA, Carlos Torres, ha inviato domenica scorsa, 5 maggio, al suo omologo del Banco Sabadell, Josep Oliu, informandolo che non c’era “spazio” per migliorare l’offerta di fusione “in termini economici”.

In questo scenario, le alternative del gruppo presieduto da Carlos Torres per rilevare il Banco Sabadell si riducono a tre, secondo gli analisti. Il primo è costituito da migliorare l’offerta, il che implicherebbe una quota in contanti. Un’altra alternativa che BBVA potrebbe optare è lanciare un’acquisizione ostile a Sabadell. Una possibilità che la maggior parte degli analisti esclude perché si tratta di una pratica insolita nel settore bancario spagnolo.

Potrebbe interessarti: La grande voglia di fusioni delle banche non si limita a Sabadell: Bankinter, Ibercaja, Unicaja, Kutxabank e Abanca diventano candidati

La terza opzione è quella BBVA rinunciare al tuo tentativo rilevare il Banco Sabadell, cosa che lascerà la banca basca in una posizione delicata visto che è già stata rifiutata due volte dalla banca catalana. Il primo è stato nel 2020 quando ha tentato la stessa operazione ma ha finito per fallire.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Euro: prezzo di chiusura oggi, 20 maggio in Bolivia
NEXT Prezzo del dollaro oggi 20 maggio in Colombia | Novità di oggi