Javier Milei ha dato il suo “massimo sostegno” a Volodimir Zelenskyj durante il vertice della pace in Svizzera

Javier Milei, insieme all’entourage che lo accompagna nel suo tour europeo, È arrivato in Svizzera questo sabato per partecipare alla giornata internazionale per la pace in Ucraina. È organizzato dal presidente di quel paese, Volodímir Zelenski, uno di quelli presenti all’inaugurazione presidenziale del leader di La Libertad Avanza. Milei ha appena preso parte al vertice del G7 in Italia. Durante la riunione, Il presidente argentino ha dato il suo “massimo sostegno” al suo omologo ucraino e al suo popolonel mezzo del conflitto armato con la Russia.

«Il mio massimo sostegno al popolo ucraino e al mio amico Zelenskyj, poiché come difensori della libertà ripudiamo ogni forma di violenza e di guerra come meccanismo illegittimo per risolvere i conflitti tra le nazioni. La guerra non potrà mai essere la risposta ai problemi che devono essere risolti nella sfera politica”, ha detto il presidente davanti agli altri leader mondiali presenti.

A sua volta, lo ha sostenuto “È un passo importante per l’Argentina essere presente al vertice del G7 e poi qui al vertice per la pace, dopo aver voltato le spalle al mondo per decenni”.

«C’è una nuova Argentina che abbraccia ancora una volta le idee che 150 anni fa la resero uno dei Paesi più importanti del mondo. E c’è una nuova Argentina quella Cerca anche di riconquistare il suo posto di primo piano nel concerto delle nazioni che aveva una volta e che non avrebbe mai dovuto abbandonare”, ha concluso.

In un altro passaggio del suo discorso, durato poco più di tre minuti, ha insistito sul fatto che “come difensori della libertà, gli argentini non possono difendere altro che la pace tra i popoli e le nazioni libere”.

“Poiché sono un fervente sostenitore della consapevolezza filosofica del liberalismo e della pace, faccio oggi questo breve appello in sua difesa, poiché queste idee sembrano essere passate di moda”, ha detto.


G7 e vertice della pace in Svizzera: l’agenda di Javier Milei in Europa


L’aereo con a bordo Milei, che ha appena partecipato al vertice del G7, è partito da Bari alle 4 (ora argentina) e dopo un volo di circa due ore è arrivato a Ginevra.

Una volta in Svizzera, la delegazione, alla quale si sarebbe unita la cancelliera Diana Mondino, si è diretta nella città di Bürgenstock. La cittadina situata in una zona montuosa è la sede scelta per il summit che riunirà diversi leader mondiali, insieme a Zelenskyj.

Nel breve periodo trascorso da Milei al vertice, Il presidente dell’Ucraina gli conferirà l'”Ordine della Libertà” per il suo sostegno al suo Paese nel contesto del conflitto con la Russia.

Milei ha appena partecipato al vertice del G7, tenutosi nell’esclusivo complesso di Borgo Egnazia, alle porte di Brindisi, in Italia, dove ha avuto colloqui con la presidente locale, Giorgia Meloni, e altri leader e manager importanti, come il direttrice del Fondo monetario internazionale (FMI), Kristalina Georgieva.

Nell’ambito dell’incontro internazionale, ha tenuto incontri con i dirigenti della società energetica italiana Grupo ENELl’azienda europea è l’operatore del distributore di energia Edesur e del Diga idroelettrica di El Chocón, che opera sul fiume Limay.

Fonte: Notizie argentine

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-