Perché il DOLLARO non continuerà a salire, secondo il guru della City

L’aumento del dollaro Era inquadrato in uno scenario di elevata confusione generale. Martedì scorso la Banca Centrale ha abbassato il tasso di politica monetaria al 40% annuo, e quindi le banche hanno offerto termini fissi al 30% annuo.

Ciò implicava che le condizioni fisse offrissero il 2,5% mensile e che la svalutazione del peso fosse del 2,2% nello stesso periodo. Il risultato è stato un tasso annualizzato del 3,7% annuo misurato in dollari all’ingrosso, un tasso inferiore al tasso americano. La conseguenza fu questa molte persone hanno deciso di lasciare un termine fisso per uscire e chiedere banconote da un dollaro. Non sappiamo se si tratti di una strategia di dollarizzazione, oppure di un errore di politica monetaria e valutaria.

Perché il prezzo del dollaro non aumenterà

Giovedì il Governo ha effettuato una mega operazione in cui il Tesoro ha collocato titoli capitalizzabili e le banche si sono sbarazzate delle operazioni di pronti contro termine con la Banca Centrale.

L’entità guidata da Santiago Bausili ha riferito che il nuovo tasso di politica monetaria era il rendimento dei titoli, che ha generato una variazione del tasso di politica monetaria in meno di 48 ore. Oggi il tasso di politica monetaria sarebbe intorno al 4,0% mensile, il che implicherebbe che le banche dovrebbero migliorare la performance dei risparmiatori, e forse in questo modo fermare l’allontanamento dei risparmiatori dalla tradizionale scadenza fissa.

I risparmiatori a tempo determinato dovrebbero esplorare la possibilità di investire in fondi comuni di investimento che oggi guadagnano molto di più degli investimenti tradizionali.

Il rialzo del dollaro non ha alcuna possibilità di durare nel tempo. Tra una settimana, il Tesoro inviterà le banche a un nuovo scambio di debito dai pronti contro termine della Banca Centrale con buoni del Tesoro capitalizzabili, che farà sì che il rapporto tra riserve e passività monetarie in pesos sia inferiore al valore attuale dei dollari alternativi.

Con il calo dei tassi, i risparmiatori abbandonano i termini fissi e cominciano ad acquistare banconote da un dollaro.

Per quanto riguarda la visione strutturale del programma economico, Sono stati raggiunti quattro mesi di surplus fiscale e un nuovo surplus fiscale è previsto per maggio. Ciò dimostra che l’ancoraggio del programma economico è rigorosamente rispettato. La circolazione monetaria cresce a livelli inferiori al tasso di inflazione e al di sotto della quantità di pesos necessaria per ricostituire lo stock di dollari che entra nelle riserve.

È sorprendente che i dollari alternativi aumentino nello stesso momento in cui la Banca Centrale acquista dollari sul mercato e le riserve crescono. D’altro canto, abbiamo un surplus della bilancia commerciale, e Presto arriverebbero 800 milioni di dollari per aumentare le riserve.

In cosa si dovrebbe investire?

L’aumento del rischio paese può essere spiegato con la cattiva gestione parlamentare del partito al potere, che fino ad oggi non è riuscito ad approvare la legge fondamentale e la riforma fiscale. Dato che il tango si balla in coppia, anche l’opposizione ha la responsabilità a questo punto.

crediamo che Dall’analisi strutturale non vi è alcuna ragione per un aumento dei dollari alternativi. Se la quantità di valuta in circolazione cresce in modo limitato, anche l’aumento dei dollari alternativi sarà limitato. L’analisi in altri governi è stata molto diversa, dove avevamo un deficit fiscale finanziato dalle emissioni e che ha causato l’aumento dei dollari alternativi all’infinito e oltre.

Se il Congresso approverà la Legge Base e il 9 luglio l’Argentina pagherà in dollari l’ammortamento e le entrate dei titoli pubblici, crediamo che Assisteremo a un forte calo del rischio paese e a un forte aumento dei titoli di Stato in dollari.

In questo contesto, le obbligazioni in pesos adeguate all’inflazione e gli FCI sembrano essere una buona alternativa di investimento.

L’ascesa dei dollari alternativi Ciò non avrà alcun impatto sui prezzi dell’economia, poiché il mercato ha valori condizionati dalle tasche delle famiglie.. Oggi il prezzo lo fissa l’acquirente e le aziende devono fare uno sforzo enorme per abbassare i costi, aumentare la produzione, ridurre i costi unitari e presentarsi sul mercato con prezzi competitivi.

Le obbligazioni in pesos corrette per l’inflazione sono uscite indenni da questo scenariol’inflazione continuerà a scendere e queste obbligazioni sono attraenti perché mostrano una redditività equivalente all’inflazione più un bonus aggiuntivo, soprattutto per quelle obbligazioni che scadono dal 2027 in poi.

Le azioni mostrano il loro prezzo in base alla redditività attesa, non ci aspettiamo grandi performance, ma cominciano a mostrare selettività. I bilanci delle aziende ci indicheranno la strada. Approfondiremo presto questo punto.

Il dollaro non è indietro, le tasse sono anticipate. Non c’è alcuna possibilità che il dollaro continui a salire finché il governo resta fermo nella convinzione di mantenere i punti di ancoraggio del piano economico e di continuare a lavorare all’insegna del motto “non ci sono soldi”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Prodotti per la pulizia dell’auto a Dollarcity che sono economici