“Mi hanno detto che sono un pezzo di merda…”: Ivan Arenas ha sorpreso con riflessioni sorprendenti sulla politica e ha indicato le autorità

“Mi hanno detto che sono un pezzo di merda…”: Ivan Arenas ha sorpreso con riflessioni sorprendenti sulla politica e ha indicato le autorità
“Mi hanno detto che sono un pezzo di merda…”: Ivan Arenas ha sorpreso con riflessioni sorprendenti sulla politica e ha indicato le autorità

Una riflessione particolare sulla politica è stata condivisa questo venerdì da Iván Arenas, che è stato uno degli ospiti protagonisti della recente edizione di Palabras San Palabras, spazio di Radio Futuro.

Nel mezzo del discorso, Il comico ha esposto la sua posizione senza filtri e ha fatto alcune confessioni che hanno attirato l’attenzione.

“La politica mi dà fastidio, non mi considero né di sinistra né di destra!”, ha affermato in apertura. Ha anche sottolineato che non è nemmeno interessato a partecipare ai giorni delle elezioni.

«Io non voto, mi attengo alla maggioranza… Come posso votare uno che non conosco…? Molte volte mi hanno detto che sono un pezzo di merda…”, ha riferito sulla suddetta stazione.

Inoltre, ha presentato un’idea particolare in cui ha sottolineato le diverse autorità. ”Voterei uno che firma quello che fa davanti a un notaio… E se non lo fa lo metto in prigione.” ha posato.

Le riflessioni di Ivan Arenas

Naturalmente si è preso ancora del tempo per parlare di alcuni argomenti legati alla politica. ‘“Pinochet ha fatto cose molto buone, come organizzare questo paese… Ma tutto ciò che ha a che fare con la morte di persone, ovviamente no”, ha indicato.

Infine, anche una riflessione sull’amministrazione del presidente Gabriel Boric. “Ha commesso degli errori perché non ha il sostegno dei giovani”tenuto.

E più o meno lo stesso, lo ha aggiunto “Chi diventa adulto, con le conoscenze che ha, può intraprendere il progetto di governare un Paese”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Javier Milei si recherà in Cina e incontrerà Xi Jinping dopo aver annunciato il rinnovo dello scambio
NEXT Córdoba chiede di eliminare una sovrattassa che limiti l’acquisto di fattori di produzione e macchine agricole