I prezzi del pane aumentano mentre i panettieri sono alle prese con un aumento di oltre il 100% dei costi di produzione

I prezzi del pane aumentano mentre i panettieri sono alle prese con un aumento di oltre il 100% dei costi di produzione
I prezzi del pane aumentano mentre i panettieri sono alle prese con un aumento di oltre il 100% dei costi di produzione
  • “Chi è ancora nel settore della panificazione lo fa perché non trova altro da fare e vuole risparmiare capitale. “Non c’è profitto in questo business” Il signor Francis Afisoye, direttore di Lofty Bread, ha detto a Nairametrics in tono sobrio.

Questo sentimento è condiviso da molti panettieri che sono alle prese con elevati costi di produzione causati principalmente dalla crisi dei cambi in Nigeria.

Attualmente si registrano drammatici aumenti dei prezzi dei fattori produttivi per la cottura del pane. Infatti, i prezzi delle materie prime essenziali come la farina di frumento, il burro, lo zucchero e persino i materiali di imballaggio sono più che raddoppiati negli ultimi 12 mesi. Di conseguenza, secondo i risultati di Nairametrics, nel corso del periodo i prezzi del pane sono aumentati del 40-80%.

Farina di frumento

I fornai hanno segnalato un aumento di quasi il 100% del costo della farina di frumento dall’aprile 2023. Banjo Adeyanju, manager di una panetteria con sede a Lagos, ha osservato che il prezzo di un sacco di farina di frumento è balzato da circa N32.000 a maggio 2023 a circa N62.000 nel maggio 2024, con un aumento dei prezzi del 94%. L’Ufficio nazionale di statistica (NBS) aveva osservato nel suo Food Price Watch di marzo 2024 che i prezzi della farina di frumento sono aumentati del 94,29% nell’ultimo anno.

Zucchero

Allo stesso modo, anche il costo dello zucchero è salito alle stelle. Secondo i produttori di pane, un sacco di zucchero da 50 kg ora costa circa N88.000 N, segnando un aumento del 167% rispetto al prezzo dello scorso anno di circa N33.000. Il Nigerian Sugar Development Council (NSDC) ha riferito che a marzo 2024, il prezzo medio all’ingrosso per un sacco di zucchero da 50 kg era di N84.099 N, con prezzi al dettaglio leggermente più alti pari a N85.329.

Costo degli altri materiali

Altri aumenti significativi dei costi sono stati osservati in materiali meno evidenti come le bustine con etichette (materiale da imballaggio). Il signor Afisoye ha affermato che ora spende quasi N700.000 in bustine etichettate, da N350.000 a N400.000 ottenute all’inizio del 2024. Anche i costi per altri ingredienti essenziali come burro, uova e lievito sono aumentati di oltre il 100% rispetto a l’ultimo anno.

Le notizie continuano dopo questo annuncio

Perché l’aumento?

Raji Omotunde, vicepresidente dell’Associazione dei mastri fornai e ristoratori di Lagos, ha attribuito questi aumenti dei costi principalmente al significativo deprezzamento della naira. Ha spiegato che, poiché molti ingredienti da forno vengono importati, qualsiasi deprezzamento della naira ha un impatto diretto sui loro prezzi. Ha anche criticato i mulini per aver sfruttato il deprezzamento della naira per aumentare continuamente i prezzi.

Prezzi vs profitto

Nonostante il raddoppio dei costi di produzione, i panettieri hanno faticato ad aumentare i prezzi di conseguenza. Sebbene i prezzi del pane siano aumentati negli ultimi 12 mesi, non sono nella stessa proporzione dei fattori produttivi.

Un pezzo di pane venduto a Kubwa, Abuja, venduto per N700 nel maggio 2023, è stato aumentato a N1.100 nel maggio 2024, con un aumento del 58%. Un pezzo di pane gigante venduto per 1.500 N alle bancarelle di Lagos nel 2023 viene ora venduto per 2.500 N, indicando un aumento del 67%.

Alcuni pani sono aumentati dell’80% arrivando al 100%, ma non nella stessa proporzione degli input.

  • “Anche quando abbiamo aumentato i prezzi del pane di N400 a Kubwa, Abuja, non sono stati aumentati contemporaneamente. Abbiamo iniziato aggiungendo N100, poi un altro N100, poi N200. Se si aggiunge N400 in una volta, molte persone smetteranno di mangiare pane”, ha detto un fornaio di Kubwa, il signor John Adejumo.

I panettieri si trovano ad affrontare prezzi massimi che, se superati, potrebbero ridurre significativamente la domanda poiché il pane compete con altri prodotti di base come l’igname e il platano.

Questa situazione ha portato ad una grave erosione dei loro margini di profitto. I dati NBS indicano che i prezzi del pane sono aumentati di quasi il 100% su base annua, ma ciò non è stato sufficiente a compensare l’aumento dei costi dei fattori produttivi, lasciando molti manager di panifici a dichiarare di non realizzare più profitti.

Per il signor Adeyanju, citato in precedenza, gestire la sua panetteria è diventato più un atto superficiale che un business redditizio, e prevede di abbandonare presto il settore se le condizioni attuali permangono o peggiorano.

Chiusura dei panifici

La contrazione dei margini di profitto, aggravata dall’aumento dei costi, sta costringendo molti panifici a chiudere. Il signor Banjo, che ha recentemente chiuso la sua panetteria, ha citato la non redditività come motivo principale e ha spostato la sua attenzione sul business dell’acqua. Il signor Omotunde, citato in precedenza, ha osservato che il caso del signor Banjo non è isolato, poiché circa il 35-40% dei membri dell’associazione hanno chiuso le loro strutture nell’ultimo anno.

  • Egli ha detto: “Molti dei nostri membri hanno chiuso i battenti dal 2023. Circa il 35-40% dei panifici hanno chiuso i battenti e altri sono all’orizzonte se l’ondata di aumento continua senza sosta”.
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV denuncia della polizia di accoltellamento al Dollar Mart – Telemundo El Paso (48)
NEXT “Tutto quello che poteva farmi di male, me lo ha già fatto”