Cina: perché quasi la metà delle grandi città del Paese stanno iniziando a sprofondare

Cina: perché quasi la metà delle grandi città del Paese stanno iniziando a sprofondare
Cina: perché quasi la metà delle grandi città del Paese stanno iniziando a sprofondare

Fonte immagine, Immagini Getty

Didascalia, Un edificio affonda e crolla nella provincia di Guangxi.
Informazioni sull’articolo
  • Autore, Matt McGrath
  • Ruolo, Corrispondente per l’ambiente della BBC News
  • 1 ora

Quasi la metà delle principali città cinesi stanno affondando a causa dell’estrazione dell’acqua e del peso crescente della sua rapida espansione, dicono i ricercatori.

Alcune città stanno affondando rapidamente: una su sei supera 10 millimetri all’anno.

Secondo gli scienziati, la rapida urbanizzazione della Cina negli ultimi decenni significa che oggi viene estratta molta più acqua per soddisfare i bisogni delle persone.

Nelle città costiere, questo affondamento minaccia milioni di persone inondazioni all’innalzarsi del livello del mare.

La Cina ha una lunga storia di problemi con la subsidenza del territorio, e sia Shanghai che Tianjin hanno dimostrato di essere in fase di sprofondamento negli anni ’90. 1920.

Nell’ultimo secolo, questa città è affondata più di 3 metri.

In tempi più moderni, il Paese sta riscontrando diffusi segni di cedimento in molte delle città che si sono espanse rapidamente negli ultimi decenni.

Fonte immagine, Immagini Getty

Didascalia, Con la rapida espansione delle città, è necessaria più acqua per soddisfare i bisogni dei loro abitanti.

82 città sotto la lente d’ingrandimento

Per comprendere l’entità del problema, un team di ricercatori di diverse università cinesi ha esaminato 82 città, tutte con una popolazione di oltre 2 milioni di abitanti.

I ricercatori hanno utilizzato i dati provenienti dai satelliti Sentinella-1 per misurare i movimenti verticali della terra in tutto il paese.

Analizzando il periodo tra il 2015 e il 2022, il team è stato in grado di determinare che Il 45% delle aree urbane sprofonda di oltre 3 mm all’anno.

Circa il 16% del territorio urbano sta sprofondando a una velocità di oltre 10 mm all’anno, un fenomeno che gli scienziati descrivono come un rapido declino.

In altre parole, significa che 67 milioni di persone vivono in aree in rapido sprofondamento.

I ricercatori affermano che le città che affrontano i problemi peggiori sono concentrate nel cinque regioni evidenziati nella mappa qui sotto.

L’entità del calo è influenzata da una serie di fattori, tra cui il geologia e il peso degli edifici.

Ma un elemento importante, secondo gli autori, è l’ perdita di acque sotterranee.

Fondamentalmente, ciò significa l’estrazione di acqua da sotto o vicino alle città per l’utilizzo da parte della popolazione locale.

Ciò è già stato visto in diverse grandi aree urbane di tutto il mondo, come ad esempio Houston, Città del Messico e DelhiEhi.

In Cina, il gruppo di ricerca è stato in grado di associare il prelievo di acqua da oltre 1.600 pozzi di monitoraggio con livelli crescenti di subsidenza.

“Penso che, a mio avviso, l’estrazione dell’acqua sia probabilmente la ragione principale”, afferma il professor Robert Nicholls dell’Università dell’East Anglia nel Regno Unito, che non è stato coinvolto nella ricerca.

“In Cina c’è molta gente che vive in zone i cui sedimenti, dal punto di vista geologico, si sono depositati di recente. Quindi quando si estrae l’acqua dal sottosuolo o si drena il terreno, questa tende ad sprofondare.”

Trasporti e miniere

Altri fattori che stanno influenzando includono i sistemi di trasporto urbano e il estrazione di minerali e carbone.

Nella regione settentrionale di Pingdingshan, uno dei più grandi bacini carboniferi del Paese, il terreno sta sprofondando ad un ritmo estremamente rapido di 109 mm all’anno.

Gli autori dello studio affermano che una delle principali minacce future sarà l’esposizione delle popolazioni urbane alle inondazioni, dovute a una combinazione di subsidenza e innalzamento del livello del mare causato dal cambiamento climatico.

Nel 2020, circa il 6% della Cina presentava un’elevazione relativa sotto il livello del mare. Entro 100 anni, questa cifra potrebbe salire fino al 26% del paese in uno scenario di emissioni di carbonio medio-alte.

Fonte immagine, Immagini Getty

Didascalia, Le regioni produttrici di carbone della Cina sono da tempo legate alla subsidenza del suolo.

I ricercatori affermano che la terra sta affondando più velocemente di quanto i mari si stanno alzando, ma insieme metterebbero centinaia di milioni di persone a rischio di inondazioni.

Tuttavia, gli studi dimostrano che esistono strategie efficaci che possano contrastare il fenomeno.

In passato i problemi di subsidenza hanno colpito altri importanti centri urbani dell’Asia, tra cui Osaka e Tokyo in Giappone.

“Tokyo è affondata intorno all’area portuale, fino a cinque metri nel XX secolo”, spiega il professor Nicholls.

“Ma negli anni ’70 usavano buone tubature dell’acqua provenienti da altre aree e avevano anche a legge che vietava l’uso dell’acqua di pozzoe questo sostanzialmente fermò l’affondamento.”

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Scienza.

E ricorda che puoi ricevere notifiche nella nostra app. Scarica l’ultima versione e attivali.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Colombia: lavoratori portuali incarcerati per aver nascosto cocaina nei container per l’esportazione
NEXT Milei si recherà negli Stati Uniti questo sabato e conferma che incontrerà di nuovo Elon Musk